Eventi, manifestazioni e attività sportive: cosa si può e cosa non si può fare

...

05/03/2020

Regolamentazione per lo svolgimento di eventi, manifestazioni e attività sportive

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020

da giovedì 5 marzo e fino a venerdì 3 aprile 2020

 

COSA NON SI PUO’ FARE:

  • ogni attività convegnistica e congressuale;
  • eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato.

COSA SI PUO’ FARE:

  • eventi e manifestazioni sportive all’interno di impianti utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto, senza la presenza di pubblico. In questo caso le associazioni e le società sportive devo effettuare, con proprio personale medico, i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;

 

  • sedute di allenamento di atleti agonisti all’interno di impianti utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto, senza la presenza di pubblico, con gli stessi obblighi a carico di associazioni e società sportive di cui al punto precedente;

 

  • lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o anche all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo a condizione che venga rispettata la raccomandazione della distanza interpersonale di almeno un metro.

 

È raccomandato alle associazioni culturali e sportive di offrire attività ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette dal Decreto che promuovano e favoriscano le attività svolte all'aperto, purché non creino assembramenti di persone ovvero svolte presso il domicilio degli interessati.