Covid-19, DPCM del 22 Marzo 2020

...

22/03/2020

Il nuovo DPCM in vigore sino al 03.04.2020 con scopo di contrastare e contenere in modo più efficace il diffondersi del virus Covid-19, restringe ulteriorme le limitazioni già previste. 

Queste che seguono le principali direttive che integrano e/o restringono quelle già introdotte dai precedenti decreti ed ordinanze.

Rimangono in attività produttiva le FABBRICHE dei settori: alimentare, zootecnico, tessile, chimico, carta, raffinerie, impiantistica idraulica ed elettrica, forniture mediche, dentistiche e farmaceutiche.

Restano attivi i servizi relativi ai TRASPORTI relativamente a: traffico ferroviario di passeggeri e di merci, autobus urbani ed extraurbani, taxi e Ncc, autotrasportatori, trasporto marittimo ed aereo.

Rimangono APERTE le attività COMMERCIALI di vendita beni e servizi di necessità: supermercati e negozi di generi alimentari, farmacie e parafarmacie, banche, poste, assicurazioni, finanziarie, veterinari, vigilanza privata, imprese di pulizia, igiene urbana, edicole e tabaccai, generi alimentari ed igiene per piccoli animali domestici, servizi di assistenza sociale, servizi di pompe funebri ed attività connesse, autofficine per manutenzione veicoli e motoveicoli. 

La lista completa delle attività che non sono sospese dal provvedimento con relativo codice ATECO in allegato 

È in essere, altresì, il divieto di spostamenti al di fuori del comune di residenza se non per comprovate necessità: lavoro o salute.